menu multivisioni
multivisione
Fotografia, video, testo, grafica, musica: queste sono le componenti artistiche che formano la multivisione.
Che si tratti di una semplice sequenza di immagini con sottofondo musicale oppure di una creazione complessa, l'obiettivo principale di questa forma di espressione è quello di comunicare una visione personale del mondo.
Una ricerca fotografica, il racconto di una storia, la visualizzazione di uno stato d'animo, sono solo alcuni dei possibili percorsi che vengono proposti in modo originale dall'artista.
Emozionare, sorprendere, in qualunque settore, artistico o meno, è sempre molto difficile. A maggior ragione di fronte a un pubblico sempre più colto, raffinato, smaliziato ed esigente.
Di qui la difficoltà di produrre opere soddisfacenti, dal momento che per la realizzazione dei lavori multimediali sono necessarie profonde conoscenze in campi diversi.
Dal punto di vista tecnico, all'inizio del nuovo millennio, le batterie di proiettori per diapositive sono state sostituite dai videoproiettori ad alta definizione, i registratori audio dai files digitali e le centraline elettroniche dai computers.
Anche la regia ha subìto un adeguamento alle nuove forme espressive messe a disposizione dalla tecnologia; tutto questo ha richiesto un notevole sforzo in termini di apprendimento e di sviluppo.
Nel tempo il nostro stile si è perfezionato soprattutto nel racconto fotografico; ci siamo perciò concentrati sugli elementi di base di questa forma d'arte: la fotografia, la musica e il contenuto culturale, portandoli a valori di assoluta qualità.
La volontà di creare un forte coinvolgimento emotivo ci ha sempre spinto a permeare il tutto di una particolare influenza poetica.
È quasi impossibile spiegare a parole il forte impatto che provoca la visione di una proiezione ben realizzata. È per questo che vi invitiamo, se non l'avete ancora fatto, a provare a viverlo di persona assistendo ad uno dei nostri spettacoli.
marco polo multivisioni
C.F. - P.Iva 03306380266
info@marcopolomultivisioni.it
multivisionimultivisionimultivisioni
privacy